Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine.

Seleziona "approvo" per proseguire nella navigazione. Per approfondimenti: https://www.garanteprivacy.it/cookie

  • 00_SLIDESHOW.jpg
  • 01_SLIDESHOW.jpg
  • 02_SLIDESHOW.jpg
  • 03_SLIDESHOW.jpg
  • 04_SLIDESHOW.jpg
  • 05_SLIDESHOW.jpg
  • 06_SLIDESHOW.jpg

Il Progetto Terapeutico Individualizzato (P.T.I.) è realizzato sulla base delle indicazioni del servizio inviante cui si integrano le osservazioni rilevate durante il periodo di pre-accoglienza e di trattamento. La microéquipe è titolare del P.T.I., e, in coordinamento con la rete dei servizi di riferimento del paziente, gestisce il trattamento terapeutico individualizzato, attraverso il P.T.I., gli strumenti delle singole discipline specialistiche, le indicazioni del Sistema Sanitario e dell’ICF-CY (W.H.O.) 

Il progetto terapeutico individualizzato è sottoposto a verifiche e valutazioni eseguite congiuntamente dall'équipe della comunità e dai servizi sanitari e sociali competenti, con cadenza periodica programmata.

La partecipazione responsabile della famiglia al P.T.I., ne accresce ampiamente il valore e l’efficacia. A tal fine è promossa la sua collaborazione e la cura della relazione con i membri che la compongono. Attraverso colloqui di supporto psicologico, educativo di gruppo, si offre uno spazio di confronto, di contenimento ed elaborazione delle difficoltà e ansietà legate al vissuto genitoriale.

La microequipe

La microéquipe è uno strumento a disposizione di tutto il personale della comunità.

È composta dalla figura dello psicoterapeuta e dai due operatori di riferimento dei singoli casi. La Microequipe si avvale del supporto e del confronto costante col direttore sanitario e con il coordinatore del servizio.

La microequipe 

  • si costituisce come "spazio terapeutico" del vissuto individuale di tutti gli operatori nella loro attività terapeutico-educativa con gli ospiti
  • si occupa della riflessione e osservazione dei singoli ospiti
  • della compilazione dell'ICF ( classificazione  internazionale del funzionamento, della disabilità e della salute), della stesura del Progetto Terapeutico Individualizzato, redato in collaborazione e condivisione con i servizi referenti di ogni singolo paziente.
  • ha il compito di favorire la condivisione del Progetto Terapeutico Individualizzato tra paziente, famiglia, servizi invianti ed equipe.
  • si occupa delle verifiche e delle valutazioni eseguite congiuntamente dall'équipe della comunità e dai servizi sanitari e sociali competenti, con cadenza periodica programmata.
  • in coordinamento con la rete dei servizi di riferimento del paziente, partecipa attraverso il Progetto Terapeutico Individualizzato, alla programmazione e preparazione delle dimissioni, supportando la rete con indicazioni relative alla fattibilità progettuale durante la fase di svincolo.